martedì 21 agosto 2007

A quarant'anni vergine

E' chiaro che la stragrande maggioranza delle persone nella tenera eta' dell'adolescenza non ci pensa minimamente, sa' dentro di se' d'avere tutte le carte in regola per riuscirci. A un certo punto pero' capita che inizi a pruoccuparti perche quello che ritenevi fosse li' a portata di mano non arriva! ti guardi in giro e inizi a notare che qualcuno è gia' riuscito, magari aiutato dalle conoscenze, cosa che tu hai sempre rifiutato per orgoglio e per quello spirito di giustizia, che fortunatamente ritengo sia dentro le persone, ti batti dicendo che chiunque ha diritto, a prescindere dalle amicizie. Ormai sei arrivato a 30 anni e inizi a pensare che i sani principi non ti hanno aiutato, cosa fai, inizi a tentarle tutte o continui a rimanere lavorativamente vergine?

3 commenti:

gallo ha detto...

gians, è sempre il solito dilemma: salvi la faccia o il culo?

bulma 71 ha detto...

io sono del parere che una persona puo' rimanere vergine,lavorativamente parlando,anche se attualmente impiegato...solo chi ha provato i lavori piu' umili, e soprattutto non ha potuto permettersi il lusso di rifiutarli, puo' ritenersi non piu' vergine nonostante non percepisca regolare stipendio....

gians ha detto...

io credo che tutti i lavori siano umili, non fosse per il fatto che quando li stai eseguendo stai comunque rendendo un servizio a altri. Questo a prescindere dal tipo di lavoro. Grazie della visita bulma 71 se vuoi ritorna a trovarci.