lunedì 25 agosto 2008

..di che bugia sei?

ARIETE È troppo spontaneo, se racconta bugie lo fa impulsivamente e in modo talmente maldestro che si capisce subito che la sta sparando grossa, e questo riguarda la fase infantile, adolescenziale, quando deve mascherare le marachelle. Crescendo impara a non dirne e ammette che non sa se è per virtù personale o per timore di essere colto in fallo… da qualcuno che non gode del suo rispetto.



TORO Preferisce mantenersi nelle vicinanze della realtà perché, essendo un pratico, non vuole perdere tempo a ricordare quello che ha inventato. Può rappresentare molto bene il suo pensiero la frase di Ruckert il quale asseriva che “Chi mente una volta, deve abituarsi alla menzogna perché ce ne vogliono sette per occultarne una”



GEMELLI È ritenuto a torto il segno dei bugiardi per antonomasia, in realtà si

tratta solo di un eccesso di fantasia. Per dirla con Byron: “Dopo tutto che cos’è una bugia? Una verità in maschera”. A volte le sue frottole sono come il nero di seppia, una difesa fatta di parole che serve ad occultare lo spazio privato. Purtroppo, ha il difetto di non ricordare al mattino quanto ha detto la sera ed è questo che lo fa classificare come bugiardo.





CANCRO Se racconta favole, per lo più servono ad imbellettare i ricordi. Non fa male a nessuno, piuttosto rischia di fare male a se stesso perché sforzandosi sempre di rendere bello il passato non vive nel presente. Però, se ci si mette, è bravissimo a raccontare mezze verità e, sotto sotto, il suo pensiero può essere quello espresso da Centlivre. “E’ mia opinione che ciascuno a suo modo è ciurmadore, è sincero solo chi non è scoperto”.



LEONE Tendenzialmente non vorrebbe raccontare né bugie né menzogne per senso dell’onore, ma ha bisogno del consenso altrui, ama essere al centro dell’attenzione e questo può portarlo a gonfiare poco o tanto la verità, soprattutto per mettere in evidenza quanto si è comportato bene in questa o quella situazione, per rendere più brillanti i risultati ottenuti. Si consola pensandola con Wilhelm Busch. “Il migliore deve talvolta mentire… e a volte lo fa con piacere”.



VERGINE Le racconta, anche se per lo più lo fa per assolversi degli errori commessi, sono alibi e alla lunga finisce con il crederci. Però, qualcuno è veramente sopraffino per un insopprimibile istinto manipolativo, e gli si potrebbe adattare perfettamente la celebre frase di papa Sisto V il quale asseriva che: “Il fingere è un vizio comune, ma il ben fingere è una virtù particolare”.



BILANCIA Teoricamente fa parte dei segni che preferirebbero tacere piuttosto che ricorrere alle bugie. Però, ha un tale bisogno di armonia che può autoconvincersi che la realtà sia brutta, scomoda e provare il desiderio irresistibile di cambiarla, convincendosi di quello che racconta. Bisognerebbe ricordargli l’ammonimento di Geibel: “La menzogna, per quanto astuta, alla fine si rompe le gambe. Se non puoi essere sincero per bontà, siilo per accorgimento”.



SCORPIONE Non gliene importa niente di abbellire la realtà, di mascherare le verità scomode, piuttosto sta zitto. Però, anche lo Scorpione ha sua bugia e può essere riconosciuta quando, interrogato, risponde: “non ricordo”, essendo in realtà dotato di lunga memoria. Se ne ha bisogno per lavoro, è di quelli che le argomentano così bene da renderle più vere della verità. E, in fondo al suo animo, la pensa come Holmes: “Il peccato ha molti strumenti, la menzogna è un manico che si adatta a tutti”.





SAGITTARIO Non è un bugiardo in senso stretto, ma può essere considerato tale perché abbellisce la realtà, i risultati che ottiene e tende a tacere i particolari che non lo mettono nella giusta luce, ma lo fa in modo abborracciato, lacunoso, tutto sommato ingenuo ed è facile scoprirlo. Inoltre, è considerato bugiardo (attenzione: ho detto che è considerato, non che lo sia), perché tende a promettere per impulsiva generosità e a dimenticarsene per smemoratezza.



CAPRICORNO Fa parte di quanti tacciono piuttosto di mentire, ma la vita è dura, non sempre si può essere fedeli a se stessi ed ecco che organizza trama e ordito come se fossero un copione teatrale. Ma lo fa solo se è ben certo di non essere scoperto e ha un fine importante da raggiungere. E si consola pensandola come un signore dal nome impossibile, Vauvenargues, il quale nelle sue riflessioni diceva: “Tutti gli uomini nascono sinceri e muoiono bugiardi”.



AQUARIO Non sia mai detto che ricorrono alle bugie per facilitarsi la vita, per nascondere eventuali errori. Sono schietti, dicono tutto quello che pensano, quello che hanno fatto e… quello che faranno, i progetti futuri no, questo preferiscono tacerli e possono ricorrere a discorsi fumosi che depistano gli altri per non farsi soffiare idee e conquiste. Se qualcuno vuole chiamarle bugie…



PESCI Non sono angioletti e possono raccontare frottole più o meno in buona fede. Però, le bugie più grosse sono quelle che raccontano a se stessi, quando si dicono sicuri che quello che vivono è il più grande amore della loro vita, che hanno tutte le caratteristiche indispensabili per fare questo o quello, quando offrono il loro aiuto disinteressato. Sono sinceri… ma si stanno raccontando una favola, gli altri ci credono, restano delusi e… li considerano bugiardi.

4 commenti:

gians ha detto...

comunque, segni zodiacali a parte, le per dire le bugie si deve avere una memoria di ferro. :)

Ugolino Stramini ha detto...

A me le bugie non piacciono, in accordo col mio segno; preferisco le verità selettive, e non mi ci vuole molta memoria per ricordare cosa ho detto a chi, mi viene abbastanza spontaneo.
Ti ho mai detto di quella volta che mi era sembrato di vederti a San Luca con una biondina e non sembravate essere li per la messa? (non pensate male)

Asì ha detto...

concordo con te GIANS, ma ci sono alcuni casi dove l'uomo non se ne priva comunque...

Asì ha detto...

UGOLINO,grazie per avermi fatto litigare con mia moglie...meno male che non dicevi bugie ;-)
ciao a presto..