mercoledì 20 febbraio 2008

Tua senza ritorno

Avviare il player



Penso di non essere superstizioso,
ma da ragazzino si faceva per gioco;
magari qualcuno ci credeva pure, quindi
almeno dalle mie parti una toccatina
ai gioielli di famiglia si dava; se poi ne capitava
una con le suore dentro, quello era il massimo
possibile della sfiga, peggio di un gatto nero
che ti attraversa la strada, eccola ve la presento.


Prinz verde; tua senza ritorno!





21 commenti:

barbara ha detto...

Ehi, è la Prinz!!! (ma oivovoi è yiddish, non genericamente balcanico!)

Anonimo ha detto...

li mortacci..:)

Davide

cuncetta ha detto...

Troppo piccola per la prinz, ma in compenso da noi 'e cape e pezza (le suore) portavano sfiga anche se appedate.
Come i rossi di capelli.
Ci toccavamo l'uno con l'altro dicendo: passa rosso.

:D

gians ha detto...

barbara, sei una intenditrice di musica, ma la prinz è tua senza ritorno. :)))

gians ha detto...

ecco, vedi...una mente geniale superstiziosa,davide, ate non lo dico. ;)

gians ha detto...

cuncetta, con te divento superstizioso, sarebbe una buona scusa anche solo per sfiorarti. :)))
Voltati, una cape e pezza in vista. :D

Kigagore ha detto...

Look here

NicPic ha detto...

tua la Prinz!!!

NicPic ha detto...

PS: Gians, sei il genio dell'amarcord

babbo ha detto...

---L'ULTIMA E DEFINITIVA POSSIBILITA' DI TRASFERIMENTO SFORTUNA, ERA LA FRASE: TUA SENZA ALTERNATIVA E SENZA RITORNO.
LA SFORTUNA DERIVAVA SICURAMENTE DALLA FORMA DELLA VETTURA, PERCHE' IN QUANTO AL NOME "PRINZ", ESISTEVA ALL'EPOCA UNA BIRRA, LA QUALE, ASSUNTA IN DOSI MASSICCIE, CAUSAVA GIRAMENTI DI TESTA,NON CREDO PERO' CAUSATI DALLA CARICA NEGATIVA.
BABBO

babbo ha detto...

---GRANDE gians
---GRANDE gians
---GRANDE gians
---GRANDE gians
---GRANDE gians
---GRANDE gians
---GRANDE gians
---GRANDE gians
BABBO.

babbo ha detto...

---gallo,MA SI PODIDI SCIRI, POITTA SU CHI TENIDI UNU BOTTULU DE ALIGA IN BASCIUSU A MANCA SEU FETTI DEU? FAI SU PRESCERI BOGAMINDEDDU PRIMA CHI CUMMENZIDI A FRAGAI.
BABBO.

emma ha detto...

ma nooooooooo!
la prinz era senza sospensioni vero? ci sono salita un paio di volte, ce l'aveva un mio amico (l'ometto di una amica in verità) che lavorava in una radio ehehe (giuro!) e quando faceva le curve si spostava anche lui come fosse in moto!
botta di reni e sterzava (e poi si stava letteralmente col sedere sull'asfalto)

egine ha detto...

caro gians il massimo della sfiga
oltre alle suore, era anche il
guidatore anziano con pipa e basco,
ho provato a perdere tre semafori,
non ti dico le madonne!!

gians ha detto...

nic, dici che questo blog mi sta diventando Felliliano? :) tua..

gians ha detto...

babbo, grazie e bentornato; ci facciamo una prinz? :)

gians ha detto...

emma, non ci posso credere, un dj con una prinz credo sia peggio che con le suore. :)))

gians ha detto...

fammi capire, dopo aver visto una prinz con un guidatore anziano dentro sei rimasto fermo al semaforo per paura d'attraversarlo?? e cosi'o non ho capito una ceppa? :)))

egine ha detto...

no ero dietro di lui ma non è partito
una volta per la pipa l'altra perchè
gli si spegneva il motore e cosi via

gians ha detto...

azz, egine, che storiaccia, peggio di un carro funebre vuoto. :))

gallo ha detto...

BABBO, cussu bottulu, naras tui, non bessidi sceti a tui po debbadasa! issu ti connoscidi ca ses tui e, sigumenti ca du scidi chi naras perrerias - in sardu, puru - ti cunsillada a 'ndi da sa scancellai luegusu :-)
Morale della favola e traduzione a senso per gli stranieri: "Chi la fa, la strecchi!"