lunedì 15 ottobre 2007

ha ragione il ministro !

..CARI STUDENTI ,

IO STO' CON FIORONI ...


Aboliti nel 1995, da settembre tornano gli esami di riparazione.

Il Ministro della Pubblica Istruzione ha firmato il decreto con cui, già a partire dall'anno scolastico in corso, viene introdotta una nuova modalità di recupero dei debiti formativi nelle scuole secondarie superiori. Gli studenti che chiuderanno l'anno scolastico con delle insufficienze, riceveranno a casa una lettera con i debiti da far firmare ai genitori. Chi ne avrà bisogno frequenterà i corsi di recupero durante l'anno e nel periodo estivo, e dovrà affrontare un'ulteriore verifica entro il 7 settembre: chi avrà recuperato le lacune passerà all'anno successivo, gli altri saranno rimandati.

Ecco i punti salienti della riforma introdotta dal Ministro Giuseppe Fioroni:

1) Le scuole dovranno organizzare, subito dopo gli scrutini intermedi, interventi didattici di recupero per gli studenti che abbiano presentato insufficienze
2) Saranno i Consigli di Classe a programmare i corsi di recupero che potranno essere tenuti dagli insegnanti della scuola o con la collaborazione di soggetti privati esterni
3) Dopo i corsi di recupero gli studenti, già durante l'anno scolastico, dovranno affrontare delle verifiche intermedie per dimostrare di aver superato il debito
4) A fine anno scolastico, il Consiglio di Classe avviserà le famiglie degli studenti che risulteranno essere insufficienti in una o più materie, rimandando la decisione di promuoverli sulla base dei risultati ottenuti dopo la verifica finale del superamento dei debiti
5) In seguito allo scrutinio finale, il consiglio degli insegnanti organizzerà, durante il periodo estivo, ulteriori corsi di recupero per gli studenti che hanno ottenuto debiti scolastici
6) Entro il 31 agosto di ogni anno si dovranno programmare le attività di recupero previste, ed entro, ma non oltre, la data di inizio delle lezioni dell'anno successivo si effettueranno le verifiche finali: sulla base delle valutazioni ottenute, verrà decisa la promozione o la bocciatura del candidato
7) I genitori potranno decidere se far seguire ai propri figli i corsi di recupero, sia quelli intermedi che quelli estivi, oppure se avvalersi dell'aiuto di enti privati, previa comunicazione alla scuola. L'importante è che alla fine i ragazzi passino le verifiche e dimostrino quindi di aver superato il debito
8) Alla fine del terzultimo e del penultimo anno di corso agli studenti che supereranno le verifiche finali saranno attribuiti crediti scolastici
9) Esenti dalla riforma sono gli studenti che dovranno affrontare l'esame di maturità nell'anno scolastico in corso

Chiaramente non piace agli studenti la riforma presentata. Soprattutto a quei pochi "asini" che non hanno voglia di studiare e vorrebbero avere debiti in eterno! pensate che molti di questi scioperano solo per non andare a scuola: che senso ha? ..pensate a studiare non a fare scioperi inutili !

7 commenti:

gallo ha detto...

...io ogni dieci adorazioni vi do un buono, poi al 6 gennaio mandate la cartolina, che ci'ho tutta un'altra idea in testa...aureolissima...

Asì ha detto...

GALLO! questo commento è più adatto sul photo contest, per il quale ti faccio i complimenti ottima realizzazione, molto suggestivo, complimenti anche ai primi partecipanti e spero che diventino molto numerosi!

bp ha detto...

fiori, fioroni...
l'è proprio una fissazione!!!!

ho mandato la mia fotopartecipazione

Asì ha detto...

BP..GRANDE!!
Fiori rosa, fiori di pesco, c'eri tu
fiori nuovi stasera esco, ho un anno di più
stessa strada, stessa porta...

gallo ha detto...

asì, ti sbagli, il commento era riferito a questo post. A me tutta questa storia dei punti, dei crediti, e degli esami a settembre mi sembra tanto una specie di grande lotteria nazionale; la citazione, anche se imprecisa, non puoi non aver colto essere dall'Opera buffa di Guccini.

gians ha detto...

...quanti meravigliosi scioperi m'inventavo!!

Asì ha detto...

GALLO avevo colto benissimo la tua citazione,ma non avevo afferrato il nesso io pensavo che in un concorso ci stesse meglio,ora è tutto chiaro.Certe cose non bisogna capirle prima o dopo ,vanno capite "invece"..